Quello che voglio

Ci sono cose importanti che sto imparando in questo periodo, e sono queste:
circondarsi di persone coraggiose, sempre.
Aprire il proprio cuore solo a persone che sanno darti la speranza, perché la commiserazione od il pessimismo sono tossici.
Aprirsi: all’altro, all’ascolto, all’incontro.
Tendere sempre una mano.
Donare, ad oltranza: il proprio tempo, la propria esperienza, il proprio amore, un abbraccio.
Ciò che riceverai sarà molto più grande di ciò che hai donato.
Condividere: la paura, il timore di non farcela, la stanchezza, la felicità.
Non temere di esprimere le proprie emozioni, nè la propria debolezza.
Piangere, se necessario. E ridere.
Non arrendersi mai, continuare a lottare, individuare i giusti alleati, scegliersi un buon equipaggio.
Se dovremo perdere, avremo perso con onore.
Trovare un luogo nostro, solo nostro, dove poterci rifugiare quando dobbiamo leccarci le ferite.
Non smettere mai di guardare il cielo: c’è qualcosa di infinitamente più grande ed infinitamente più saggio sopra di noi.
Ed infine, ricordarsi che proprio qui, accanto, ci sono un sacco di persone meravigliose.
Per trovarle, a volte, basta semplicemente abbassare le proprie difese.

https://www.ideaginger.it/progetti/crescere-insieme-con-il-diabete.html?fbclid=IwAR2DpyB43QKEyHqEFlNS4FgypC5oRrJKczrUeuZzHK0RXLRBvJMfHK7mZmk